Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 gennaio 2011 7 30 /01 /gennaio /2011 08:00

 

 

 

Top2.jpg

 

L'affresco rappresenta la sala dell'ospedale in cui gli infermi vengono accolti e ricevono le prime cure, prima di essere assegnati alla grande ariosa corsia retrostante, che si apre al centro dietro alla bella cancellata in ferro battuto. Ai lati gli infermieri depongono gli ammalati, al centro in secondo piano stanno riuniti i notabili dell'Ospedale: in primo piano un assistente lava i piedi ad un ignudo seduto, che presenta una piaga alla coscia: a destra in fondo spicca un grosso frate, impressionante per evidenza ritrattistica, vicino al letto di un ammalato: su di una scansia al di sopra della testata del letto una serie di bottiglie e di scatole forma una natura morta mirabile: dalla stessa parte sul pavimento un cane ed un gatto contrastano animando la scena.

 

Il dipinto del 1440, è forse il capolavoro di Domenico di Bartolo, l'artista senese che meglio dimostra di intendere la rappresentazione dello spazio in senso rinascimentale, pur rimanendo legato ad un'evidenza del particolare quasi fiammingo. L'affresco fa parte di una serie che decora la vasta sala d'infermeria, nell'ospedale di santa Maria della Scala a Siena, detta il "Pellegrinaio" e che mira ad illustrare le istituzioni ospitaliere e filantropiche.

 

Nel Trecento e nel Quattrocento le città italiane provvedono agli ospedali con larghezza e spesso con splendore. Ne sono esempi l'ospedale di santa Maria Nuova a Firenze, quello di Ceppo a Pistoia, l'Ospedale maggiore di Milano, l'Ospedale di santo Spirito a Roma.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Massimo - in Arte e scienza
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Storia della scienza medico farmacologica
  • Storia della scienza medico farmacologica
  • : Storia dell'arte medica e farmacologica di tutte le culture e tempi in relazione alle conoscenze tecniche e scientifiche delle rispettive epoche.
  • Contatti

Profilo

  • Massimo
  • Sempre alla ricerca di cose nuove da amalgamare con sapienza "alchemica" al già noto, organicamente, senza giustapposizioni.
  • Sempre alla ricerca di cose nuove da amalgamare con sapienza "alchemica" al già noto, organicamente, senza giustapposizioni.

Archivi

Pagine

Link