Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
27 settembre 2010 1 27 /09 /settembre /2010 08:00

 

 1-poesie002.jpg

 

 La Chimica Organica

illustrazione tratta da Le Galeniche di Toraude, 1919.

 

Didascalia: "agglutinarci con la sua glicerina!". 

 

 

Condividi post
Repost0
26 settembre 2010 7 26 /09 /settembre /2010 16:12

 

 

 

 

 006, Toraude

 

Illustrazione umoristica tratta dalla celebre opera di Toraud, farmacista scrittore, Les Galéniennes [Le Galeniche], del 1919.

 

 

Condividi post
Repost0
12 maggio 2010 3 12 /05 /maggio /2010 15:18


S-C--38.jpg

Un incubo di Mimi

 


Litografia pubblicata in Le Charivari, del 28 gennaio 1850.

 

 

 

 

Véron dorme vegliato con disprezzo dal suo doppio con una cravatta gigantesca ed un berretto da notte seduto sulla sua pancia, deriso dal Charivari che dirige le danze suonando un banjo. La siringa per clisteri è trasformata in un personaggio minaccioso e la scatola della pasta di Regnauld in un grande ragno al centro della sua tela.

 

  

 

  

 

 

 

LINK:

 

Un cauchemar de Mimi

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
27 febbraio 2010 6 27 /02 /febbraio /2010 09:00

S-C--37.jpg

Mimi Véron crede di aver trovato infine il vero modo di polverizzare il suo nemico.


Litografia pubblicata in Le Charivari, 14 gennaio 1850.




In uno scenario da retrobottega dove sono accattastate le materie prime, il dottor Véron trita, con tutta la sua energia, con l'aiuto di un pestello doppio in un mortaio, il folletto di Le Charivari, che gli fa gli sberleffi. Véron non ha la sua siringa da clistere né la sua scatola di Pasta di Regnauld: è un farmacista con un grembiule che si appresta a schiacciare Le Charivari che malgrado la sua posizione di inferiorità continua le sue impertinenze. Véron sempre importunato dagli attacchi di Le Charivari lo perseguita davanti al tribunale correzionale.

Condividi post
Repost0
26 febbraio 2010 5 26 /02 /febbraio /2010 09:00

S-C--36.jpg

Il Nuovo San Sebastiano. Vergine e martire.
Litografia pubblicata in Le Charivari del 25 dicembre 1849.



Crivellato di frecce da Le Charivari, ai suoi piedi una siringa da clistere ed una scatola di Pasta di Regnauld, il dottor Véron, come san Sebastiano martire romano che muore bersagliato dalle frecce, subisce una nuova caricatura di Daumier tre giorni dopo il processo che egli oppose a Le Charivari. Il verdetto del 22 dicembre 1849 ha condannato il giornale a 200 franchi di ammenda e 500 franchi per danni ed interesso a favore del querelante. A partire da questo momento Véron diventa il bersaglio del giornale sia nelle litografie sia negli articoli.


Nel più semplice degli scenari, , in mutandoni, indossante un berretto da notte, il volto ed il collo coperti dalla sua cravatta, Véron è torturato dal peggiore dei suoi nemici, il piccolo folletto di Le Charivari, che pianta nel suo grande petto dell efrecce, penne dei futuri articoli che da ora in poi lo perseguiteranno.

Condividi post
Repost0
25 febbraio 2010 4 25 /02 /febbraio /2010 09:00



S-C--35.jpg
Il Cavaliere Véron sfidante Le Charivari a singolar tenzone in un campo chiuso della VI Camera del Palazzo di Giustizia.
Litografia publicata in Le Charivari del 22 dicembre 1849.

 

 

 

La pubblicazione in prima pagina di Le Charivari il 12 dicembre 1849, di un violento articolo sul dottor Veron intitolato "Al signor Fontanarose" dal nome del ciarlatano in"Il Filtro" di Eugène Scribe, incita il dottore a perseguitare il giornale facendo ricorso alla giustizia. Il giorno del processo Daumier disegna questa litografia, e rappresenta Véron montato su un cavallo ingualdrappato che si protegge dietro uno scudo a forma di coperchio di scatola di pasta di Regnauld. È armato ed a mo' di spada porta una siringa da clistere: per ricordare il suo mestiere di giornalista una grande piuma d'oca.


Sfida a duello il piccolo Charivari rappresentato da un folletto dispettoso che per tutta risposta gli fa degli sberleffi: ai piedi del folletto si distingue un enorme guanto di pelle.


"Non è ad un vano torneo che il cavalier Véron sfida Il Charivari ma ad un vero combattimento mortale! ad un risarcimento di diecimila franchi da parte del giornale! L'incontro deve avvenire nel campo perfettamente chiuso della sesta camera del Palazzo di Giustizia... Reclama anche che si debba accordare cinquecento manifesti menzionanti il detto giudizio i quali saranno affissi su tutti i muri della capitale dal detto cavaliere in persona soprattutto agli ingressi delle farmacie.

 

Ci tiene a godere della loro considerazione".

Condividi post
Repost0
23 febbraio 2010 2 23 /02 /febbraio /2010 09:00


S&C, 34

La Tentazione del nuovo Sant'Antonio
Litografia pubblicata in Charivari, 24 ottobre 1849.



Assistito da Thiers, resiste alle sue tentazioni: direzione dell'Opera, direzione delle Belle arti, Prefettura di Algeri.


A quei tempi, un grande e grosso peccatore chiamato Veron si sentì toccato dalla grazia: avendo riflettuto che la stampa era un sacerdozio egli si fece eremita e si ritirò in un luogo selvaggio in mezzo alle montagne più inaccessibili di Montmartre. La, trascorreva i suoi giorni e le sue notti in preghiera e a mo' di mortificazione, si era imposto la penitenza di rileggere continuamente l'elenco degli abbonati del Constitutionnel.


Come unico nutrimento, Veron prendeva sempre più raramente un frammento di pasta di Regnauld.


Il diavolo irritato da questa conversione edificante ma imprevvista, impiegò diversi sortilegi per far soccombere san Veron alle tentazioni, ma il nostro pio cenobita seppe resistere a tutto quanto un tempo aveva avuto per lui grande fascino: così Satana che aveva assunto la forma del Constitutionnel per venire in persona a tentare san Veron, ripresa la strada per Parigi.


L'anacoreta di Montmartre è posto da quel momento tra i ranghi dei più grandi santi di cui si onora il giornalismo parigino ed è particolarmente implorato dagli sventurati sofferenti di influenza al cervello.

Condividi post
Repost0
22 febbraio 2010 1 22 /02 /febbraio /2010 09:00



S-C--33.jpg

Lo strabismo
Litografia da "Actualité" n°48.


-Parola mia non vi riconoscevo!

-Ah, è che mi sono fatto operare, non sono più strabico, cambia molto, non è vero?

-Ah molto, perché prima eravate strabico verso l'esterno, credo...
Condividi post
Repost0
21 febbraio 2010 7 21 /02 /febbraio /2010 09:00



S-C--32.jpg

Un oculista esperto
Litografia, pubblicata nel Charivari.

-Ah, signor Macaire sono sei mesi che mi bagnate gli occhi con la vostra acqua meravigliosa e sono sempre cieco. Tutto ciò mi costa molto caro, il mio denaro se ne va, è la sola cosa che vedo.

-Ebbene, è già qualcosa! Continuate e finirete col vederci chiaro... (a parte nel vostro portafoglio).

Condividi post
Repost0
20 febbraio 2010 6 20 /02 /febbraio /2010 09:00



S-C--96.jpg

Robert Macaire farmacista

Litografia da "Caricaturana", n° 92.


-Signore disprezzo il ciarlatanesimo del manifesto... Io mi limito a produrre... Profumo dell'amore, della stima e dell'amicizia... Estratto di sorriso dell'infanzia... Profumo dei primi passi di Adolphe. Acqua dell'alleanza dei popoli... Profumo del Generale Foy...
Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Storia della scienza medico farmacologica
  • : Storia dell'arte medica e farmacologica di tutte le culture e tempi in relazione alle conoscenze tecniche e scientifiche delle rispettive epoche.
  • Contatti

Profilo

  • Massimo
  • Sempre alla ricerca di cose nuove da amalgamare con sapienza "alchemica" al già noto, organicamente, senza giustapposizioni.
  • Sempre alla ricerca di cose nuove da amalgamare con sapienza "alchemica" al già noto, organicamente, senza giustapposizioni.

Archivi

Pagine

Link